Amianto nelle lanterne cinesi

Ministero le ritira dal mercato

Fonte ilgiornale.it 06/03/2017

Ad essere investite dal bando le lanterne cinesi provenienti dalla Repubblica Popolare e distribuite da una azienda di Roma

L’allarme viene dal ministero della Salute. Gli uffici del dicastaro infatti hanno disposto il divieto assoluto di vendita nel territorio nazionale delle “lanterne voltanti” provenienti dalla Cina.

Quelle lanterne che volano in cielo e sono diventate una sorta di appuntamento fisso a matrimoni e feste serali. Bene: le lanterne distribuite in Italia dalla ditta Ebbei Store perché sono state trovate tracce d amianto.

La Asl RMC di Roma nei giorni scorsi infatti ha sequestrato 32 lanterne della Ditta ‘Leone d’oro’ in in quanto contenevano al loro interno cordini in materiali di amianto”. Nel cordino, hanno rivelato gli esperti, sarebbero presenti tracce di amianto friabile. Le fibre di amianto, ricorda il dicastero di Lungotevere Ripa, sono cancerogene per inalazione (responsabili del mesotelioma pleurico). “La persona più a rischio – si legge – è chi maneggia direttamente la lanterna; toccando il cordino, infatti, le fibre di amianto possono sfaldarsi, essendo di materiale friabile (praticamente amianto puro); ugualmente il rischio di dispersione delle fibre si può avere quando l’articolo ricade a terra”.

Non solo. Il ministero ha imposto all’importatore in Italia di ritirare gli articoli ancora presenti nella rete di vendita, mentre per quelli già acquistati dai consumatori deve effettiare un richiamo attraverso sistemi come la cartellonistica, i sistemi di rintraccio clienti (fidelity card) o con altri modi ritenuti efficaci. L’obiettivo che deve essere raggiunto è quello di avvisare i consumatori del rischio legato all’amianto, spiegando loro che è cancerogeno se inalato.

Non tutte le lanterne contengono amianto, ma “ai fini cautelativi, il ministero ha disposto ai Nas di estendere il divieto di vendita a tutti gli articoli sprovvisti di idonea certificazione attestante l’assenza di amianto; questi verranno campionati ed inviati ad analisi presso i Centri regionali amianto”, e “saranno rilasciati a libera commercializzazione solo quelli privi di amianto”.Per chi ha fià comprato i prodotti investiti dal divieto di vendita, il ministero ha emesso le seguenti indicazioni: “Evitare di aprire le confezioni; se le confezioni sono state già aperte, evitare di manipolare il cordino; non gettare nella spazzatura le lanterne acquistate, ma conservarle sigillate e restituirle al negozio in cui è stato acquistato”.